Lascia la tua dedica
Vai al carrello
Ricordalo con un fiore
was successfully added to your cart.

Carrello

Balzotti Marco

08/04/1969 - 20/11/2021

Il giorno 20 Novembre 2021 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari presso il Policlinico Umberto I Roma, una camera ardente sarà allestita dalle ore 12,00 alle ore 14,00 del giorno 22 Novembre 2021

I funerali saranno celebrati il giorno 22 Novembre 2021 alle ore 15:30 presso la chiesa del cimitero Laurentino

Al termine della funzione la salma sarà cremata.

Join the discussion 24 Pensieri

  • marco ha detto:

    GIA’ te l ho scritto e ridetto,mi hai lasciato col bicchiere in mano … ringrazio Dio per averti conosciuto ed aver vissuto tante belle cose insieme ,ci mancherai tanto ,mi manchera’ che quando mi telefonavi mi dicevi ” Aho America che si dice?” Lasci un grande vuoto …ma sarai sempre con noi !! Ciao Professore fai buon viaggio e proteggici a tutti da lassu’

  • Lucia Spinelli ha detto:

    Obi WAN Kenobi, uno dei grandi protagonisti di Star Wars, che adoravi, affermava ‘Chi è più pazzo, il pazzo o il pazzo che lo segue?”
    Eravamo quattro amici un po’ folli, quattro amici incontratisi davanti al Pantheon una sera in cui tutti i pianeti erano allineati o forse lo erano le stelle o forse lo eravamo semplicemente noi, lo erano le nostre vite….i
    nostri cuori …
    Quando penso al significato della parola ‘sintonia’ penso a noi quattro quella sera e per anni a seguire…
    La sintonia ti regala pezzi di cuore che altri non vedono, emozioni che non pensavi esistessero, parole che scoprirai solo nel tempo non essere state mai abbastanza…
    Vivevamo, Marco, cavolo quanto vivevamo e con quanta energia, quanti sogni, quante cose da fare insieme: il calendario era un tempo senza tempo, dove tutto era possibile.. sempre…
    Il giorno del tuo compleanno era un appuntamento irrinunciabile, si correva dietro ad un pallone sul prato di casa tua e l’allegria di quei gol, di quelle grida, quanta vita c’era, quanta vita ancora da vivere…
    Papà ci raccontava dei suoi piccantissimi e immancabili peperoncini ripieni… di quanto le mani bruciassero quando li preparava, dei suoi aneddoti assicurativi, Myrna sempre accanto a lui, le mani appoggiate in un abbraccio sulle sue spalle,.. Giulio cresceva meraviglioso con la Lazio nel cuore e Anna, la piccola Anna correva spensierata in mezzo a quel pallone che volava di piede in piede, di testa in testa…di sogno in sogno..
    L’8 aprile non era un giorno qualunque, era il tuo compleanno ma diventava il compleanno di tutti e le candeline spente insieme non erano solo i tuoi desideri ma i desideri di tutti noi, che credevamo ancora che di desideri si potesse vivere …
    Via Baldo, la chiamavamo così, la tua prima casa, quella con le cose importanti dentro, i nostri interminabili burraco del sabato sera, quante partite io e Silvia abbiamo soffiato a te e Angelo sotto il naso, le nostre chiacchierate sul senso delle cose che poi tanto senso non ne avevano, ma forse meravigliose proprio per quello, i nostri ripetuti ‘Buonanotte principi del Maine’ che riecheggiavano tra le pareti, le nostre risate, perché ci si addormentava ridendo a crepapelle per una battuta fatta poco prima..
    Via Baldo è stata il nostro ‘covo’, il covo di mille cose talmente belle, di un’amicizia così indefinibile che ancora oggi mi chiedo se sia mai esistita davvero…..
    Le nostre vacanze insieme, casa mia al mare, dove siete arrivati senza un bagaglio ma muniti di un vero arsenale di birra e vino, tutti voi ragazzi sul piedistallo a mimare i bronzi di Paestum, le tanto decantate giornate di pesca tue e di Angelo, il cui unico risultato era uno striminzito pesciolino, da rimettere in libertà poco dopo, i ragazzini sul Molo che urlavano ‘Piscatoriiiiiii’ perché andavate via, dimenticando anche la canna, tanto eravate pescatori professionisti …
    Il capodanno a Napoli da me, quel capodanno in cui sei sparito e ti abbiamo cercato ovunque, ritrovandoti che russavi beatamente sdraiato a terra, Lisbona che non era Lisbona ma Parigi in un aereoporto che profumava di
    sorprese, te che sorridevi davanti al banco ricolmo di ostriche.. la camera dei sette nani a Genova e le risate che per minuti interminabili ci hanno impedito di salire tanto erano forti e irrefrenabili.
    Fu la nostra tempesta perfetta..la nostra Andrea Gail.. che non sarebbe affondata:
    “Si dirada la nebbia. Molli gli ormeggi. Ti stacchi e percorri il South Channel, superi il Rocky Neck, Ten Pound Island. Passi il Niles Pond dove pattinavo da bambino. Dai fiato al corno da nebbia e mandi un saluto al figlio del guardiamo del faro di Thatcher Island. Poi compaiono gli uccelli: i monellacci, le anatre spose, i gabbiani reali. Il sole ti scalda, viri a Nord. Ti metti a dodici nodi – sei a pieni giri. Gli uomini sono indaffarati e tu sei al timone e hai il comando di una meravigliosa barca da spada. C’è qualcosa di meglio al mondo?’
    No, Marco, non c’era nulla di meglio … adesso lo so, non guidavamo l’Andrea Gail e la tempesta era fatta di onde altissime di progetti, sogni, allegria ed emozioni, avevamo il timone.. e sapevamo ancora quando e dove virare..
    Poi la tempesta, quella vera ci ha travolto.. il tuo pianeta così ben allineato col nostro si è lasciato colpire da una pioggia di meteore..
    Erano solo meteore bisognava capirlo.. ma non eravamo audaci capitàni solo pescatori provetti .. e tu, amico mio, eri quello che talvolta provava a governare una barca così poco sua..
    Via Baldo è diventata un trasloco da fare.. il giorno del tuo compleanno il pallone rimaneva fermo nel prato e quelle viti al braccio che un tempo ti guardavamo stringere una dopo l’altra per guarire da quel brutto incidente in moto sono diventate giri di boa e vento .. vento a non finire..
    Il vento ha spazzato via tante cose, inclemente….. troppe.. ho sempre pensato che combattessi con una spada laser che non fosse la tua.. non era il prolungamento della tua mano .. e ti sfuggiva la presa proprio quando avresti dovuto tenerla ben salda..
    Ogni volta che ci scrivevamo, che ci sentivamo pensavo come Obi WAN Kenobi .. ‘Usa la forza.. Segui l’istinto’ ..
    Non so se hai usato tutta la tua forza, il tuo istinto.. non so se la forza che usavi tirasse fuori davvero la parte di cuore più bella di te o la mettesse a tacere, quella parte di te che hai saputo regalare a me, Angelo, Silvia, quando eravamo insieme, forse occorreva meno forza e più tempo.. forse occorreva meno nebbia e un faro potente in mezzo alla tempesta, che vedesse te, solo te, null’altro .. ma so che non ci sarà giorno in cui mi sveglierò pensando che là fuori c’è un Principe del Maine in giro per le galassie, un principe che guardandomi mi direbbe, “Sei arrabbiata principessa, lo so, ho “osato” morire prima di festeggiare con te i tuoi 50 anni”, un grande cuore che se n’è andato portandosi via un po’ di quella luna così luminosa di quella sera al Pantheon ..
    Ci mancherai Marco, non immagini quanto o forse sì ..
    Ovunque tu sia, Buonanotte Principe del Maine, futuro re della nuova Inghilterra.. … Che la forza sia con te..
    Lucia

  • Silvia ha detto:

    Abbiamo trascorso tanti anni insieme, siamo cresciuti insieme….ma poi tra difficoltà, incomprensioni, amarezze c’è stata la rottura, inevitabile.
    E allora avevo accuratamente rimosso i ricordi per evitare di soffrire troppo e per riuscire a voltare pagina definitivamente.
    Ora però, lentamente, stanno riaffiorando tutti e fanno più male.
    Stupidamente pensavo di non dover fare i conti con il passato…vedi, sbagliamo tutti nella vita, è normale…

    Caro Marco, solo adesso riesco a capire che la mia vita insieme a te, grazie a te, è stata un’esperienza fantastica.
    Perdonami se non sono riuscita a dirtelo prima…

    Che tu possa trovare ora la serenità accanto alla tua amata mamma e ai tuoi cari.
    Riposa in pace amore mio

  • Carmen ha detto:

    Voglio ricordarti come tanti anni fa, quando entravi in agenzia e ci salutavi sorridendo e sfilandoti gli occhiali da sole come Tom Cruise in Top Gun. Ciao caro Marco.

  • Carla ha detto:

    Un saluto fin lassù… Non ci conoscevamo da molto ma la tua simpatia e bontà era visibile a tutti e la felicità che hai dato alla mia amica Giuly lo confermava ancora di più… Mi mancheranno i sabati pomeriggi con la banda dei pelosi in toeletta ma ora sarai sicuramente insieme alla tua amata Sandy… Fai buon viaggio

  • Nefer ha detto:

    Ciao Bantu’,
    Per un periodo abbiamo vissuto quotidianamente la nostra vita lavorativa.
    Nella diligenza, cercavamo di non far mancare mai anche momenti più gioviali di risate, birre e musica; questi i pensieri più nostalgici oggi.
    Ti ricorderò sempre con affetto.
    Warren

  • Sara e Stefano ha detto:

    Ci mancherai tanto, amico e compagno di tante avventure , ti ricorderemo sempre con tanto affetto.
    Sara e Stefano

  • Gianfranco ha detto:

    Era un po che non ci vedevamo ma sappi che era solo perché le nostre vite hanno percorso strade diverse anche se sono lontano ti do l’ultimo abbraccio amico mio

  • Valeria Spinelli ha detto:

    Marco, ti ringrazio della signorilità, la generosita’ e la bontà che ti ha sempre distinto. Il tuo amore per gli animali, la tua disponibilità, i tuoi occhi buoni e sinceri.
    Porto nel cuore il ricordo del compleanno di Angelo e noi 3 che, conoscitori di vino, brindavamo contenti. Questa pandemia ti strappa agli amici, a tutte le persone che ti hanno conosciuto e ti hanno voluto bene e stimato. Una bruttissima notizia, molto. Riposa in pace, caro Marco.

  • Giacomo ha detto:

    Caro Marco.
    Il tempo della nostra amicizia non è stato lunghissimo, ma sufficiente per capire che persona eri!
    Hai da subito trasmesso fiducia, conquistato stima, e, immediatamente ti facevi voler bene!!
    Resterai per sempre nei miei pensieri, ricordandoti come una persona speciale!!!
    Ciao Marco

  • Ari ha detto:

    Ti ho conosciuto da.poco ma ho bene in mente la tua sensibilità e bontà…
    Poche le parole..vola tranquillo in questa dimensione , protegerai i i tuoi cari da lassù e sarai sempre vicino a tutti noi.. “Giuly non la lascerò, ma ora tu riposa in pace ..

    • Massimo Di Rienzo ha detto:

      Con Marco il primo giorno che ci siamo conosciuti nacque una sintonia fatta di rispetto , professionalità e simpatia .
      È questo il ricordo che porterò con me di lui.
      Ciao Marco.

  • Valentina ha detto:

    Cuginotta cara mi dicevi sempre…conserverò nel cuore i ricordi di quando eravamo piccoli e le chiacchierate degli ultimi anni in Viale Europa. Adoravo la tua dolcezza e il tuo sorriso…e ora mi detesto per il pranzo/la cena che ti ho sempre promesso ma mai organizzato.
    Non doveva andare a finire così.
    Riposa in pace ora insieme ai nostri cari. Ti voglio bene.

  • Andrea ha detto:

    Eri il mio cazzone panato, ogni volta che uscivi a fare fuoristrada e sbattevi, venivi in carrozzeria il giorno dopo con la macchina ancora infangata ed io ti insultavo.
    Anche la tua moto è finita sai ,la guardo ogni giorno e questo mi aiuta a sentirti più vicino in questa giornata fredda ,ed il clima non c’entra.
    Ciao marcoli,rimani lo stesso cazzone pure lassù.

    • Raffaella ha detto:

      Caro Marco
      Avrei tanto voluto presentarti Cesare il mio bulletto ti sarebbe piaciuto…perche’ chi ama i cani e’ un’ anima pura e TU lo sei!
      Guardaci e proteggici da lassu’!❤

  • Riccardo ha detto:

    Io per te ero micione e tu il mio padwan sarai sempre nei miei pensieri caro amico mio 💔

  • Christina ha detto:

    Poco.. Ma abbastanza per insegnarmi il valore della vita e dell’amicizia.. Ci sei sempre stato.. Un momento buio l della mia vita… Lo hai trasformato in energia pura.. Tvb

    • Alessandra ha detto:

      Per me rimarrai sempre il mio cuginetto più piccolo. Quello da abbracciare stretto stretto. Riposa in pace e da lassù veglia su tutti noi

    • Angelo Urbani ha detto:

      La vita mi ha dato la fortuna di conoscerti,
      Nei momenti belli,
      Nei momenti goliardici,
      Nei momenti importanti
      E Nei momenti tristi.
      Sei e resterai una persona incredibile nella tua incoerenza e nella tua bontà. Ho in mente tanti momenti vissuti con TE e li porterò per sempre nei miei ricordi più cari. So che mi mancherai. Riposa in pace Amico Mio.
      Angelo Urbani

  • Bebbo ha detto:

    Tante cose avrei voluto ancora fare con te , tanti discorsi avrei voluto ancora fare con te , avevamo ancora tante polizze da Fare io e te.
    Mi mancherai tanto Cugino mio❤️

    • Stefano Marchet ha detto:

      Grazie per quello che sei stato! Una persona bella sorridente affettuosa buona, sempre pronto alla battuta. Mi mancherai amico mio… Mi hai lasciato un vuoto immenso. Grazie per avermi dato momenti di felicità. Ciao Marco riposa in pace! ❤️🕯️

      • Alessandra ha detto:

        Per me rimarrai sempre il mio cuginetto più piccolo. Quello da abbracciare stretto stretto. Riposa in pace e da lassù veglia su tutti noi

    • Letizia ha detto:

      Ciao Bantu’ fai buon viaggio!

Lascia un Pensiero